Pagina Facebook Twitter

Procedure di Attuazione

Procedure di Attuazione
  • Le procedure ed i meccanismi di attuazione del POR FESR, con le scelte organizzative che ne derivano, discendono in parte dagli obblighi individuati dai regolamenti comunitari, ed in parte dalla scelta nazionale  di attribuire la priorità alle Regioni in quanto nucleo centrale dell’attività di programmazione con le relative disposizioni del QCS. La struttura organizzativa sulla quale insiste l’attuazione del POR nel suo complesso è descritta inoltre nella Relazione obbligatoria  ex art. 71 Reg. (CE) 1083/06 sui  sistemi di gestione e controllo  del Programma.

    I regolamenti comunitari ed il QCS per il periodo 2007-2013 definiscono dunque le modalità e le procedure minime di attuazione del POR Campania FESR. Per garantire l’efficace e corretto conseguimento degli obiettivi stabiliti dal programma operativo, nonchè il corretto funzionamento del sistema di gestione e controllo, il POR FESR disegna una struttura organizzativa che individua tre Autorità   e numerosi centri di Responsabilità.

    Le funzioni di Autorità di Gestione, di Autorità di Certificazione e di Autorità di Audit sono attribuite a specifiche Aree Generali di Coordinamento (AGC) che costituiscono altrettanti Centri di Responsabilità (CdR) funzionalmente indipendenti l’uno dall’altro, in analogia con la struttura della precedente programmazione:

    L’Autorità di Gestione è responsabile della gestione e attuazione del Programma Operativo Regionale FESR conformemente al principio di buona e sana gestione amministrativa e finanziaria;
    L’Autorità di Certificazione è responsabile della corretta certificazione delle spese erogate a valere sui fondi comunitari/statali per l’attuazione del Programma Operativo;
    L’Autorità di Audit è responsabile della verifica dell’efficace funzionamento del sistema di gestione e di controllo.
     

    Alla gestione del POR, partecipano inoltre, col compito di collaborare con l’AdG per gli aspetti di propria competenza:

    •   il Nucleo Regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici  (NRVVIP) di cui alla L. 144/99;
    •   l’Autorità Ambientale;
    •   l’Autorità per le Politiche di Genere;
    •   l’Esperto in Sicurezza e Legalità.

    Inoltre, il POR individua  alcune strutture deputate al supporto dell’Autorità di Gestione: i Comitati di coordinamento di Asse ed i  Responsabili di Obiettivo Operativo.
    Il Comitato di Coordinamento di Asse, presieduto dall’Autorità di gestione, è costituito per ciascun Asse del POR FESR, al fine di garantire una efficace integrazione nell’attuazione delle operazioni da essi previste. I Responsabili di Obiettivo Operativo sono invece  Dirigenti di Settore, responsabili dell’attuazione delle operazioni afferenti all’obiettivo operativo, che svolgono le funzioni proprie del Responsabile del Procedimento.

    La funzione di concertazione durante il processo di attuazione del POR FESR Campania viene garantita dal Tavolo Regionale del Partenariato Economico e Sociale.

  • Il Por Campania Fesr 2007-2013

    Il Programma Operativo Regionale (POR) è il documento di programmazione della Regione che costituisce il quadro di riferimento per l'utiliz ...

  • Strategia

    La strategia del Programma Operativo FESR è stata definita ispirandosi agli obiettivi di crescita e sviluppo dell’Unione Europea

  • Assi e Obiettivi

    La strategia di sviluppo della Regione Campania trova concreta attuazione nei sette Assi prioritari del POR Campania FESR 2007-2013.

  • Responsabili Obiettivi Operativi

  • Procedure di Attuazione

    Le procedure ed i meccanismi di attuazione del POR FESR discendono in parte dagli obblighi individuati dai regolamenti comunitari, ed in parte dalla ...

  • Grandi Progetti

    Per “Grande Progetto” si intende  un’operazione comprendente una serie di lavori, attività o servizi finalizzata a un grande investimento. Il Progra ...